É finita la stagione calcistica: cosa fare?

Come affrontare il periodo delle vacanze estive, quando terminano le attività agonistiche? Per voi il contributo e i suggerimenti di Stefano Merlo di allenatoredicalcio.it

Buona lettura!

“Il termine della stagione calcistica ha come obiettivo principale “staccare” la spina, soprattutto dal punto di vista mentale. Nel settore giovanile, così per i grandi, è necessario un bel periodo di vacanza. Tuttavia questo periodo deve essere gestito al meglio dal punto di vista fisico. Sarebbe uno svantaggio non farci trovare pronti con l’inizio della nuova stagione agonistica.
É noto a tutti come l’inizio della preparazione coincide con un dispendio di energie importante. Quindi è utile arrivare liberi dal punto di vista mentale, ma è altrettanto vero che se non adeguatamente preparati, con l’inizio della stagione, si potrebbe faticare di più. Per i giovani consiglio di sfruttare tutte le opportunità che arrivano, tornei estivi, calcio di strada, nuoto, bicicletta, tennis… Bisogna saper dosare bene le quantità di lavoro. Quindi mantenersi in forma è utilissimo, esagerare provocherebbe solo danni.

Per chi ha avuto dei problemi fisici l’estate è utile per recuperare totalmente dall’infortunio, e così poter cominciare la stagione alla grande. Eviterei di correre in strada, io consiglio ai miei giocatori di fare nuoto e bicicletta. Sono sport bellissimi che se eseguiti con calma possono portare dei vantaggi enormi. La pausa, vacanza compresa, può diventare molto importante per quei giocatori che hanno chiuso la stagione stringendo i denti e portandosi dietro vari acciacchi e dolori.

É capitato anche a me, per finire bene la stagione, di chiedere ad alcuni giocatori di dare il massimo per raggiungere l’obiettivo prefissato. Tutto questo, a volte, provoca nei calciatori un dispendio di energie enorme provocando piccoli traumi. Terminata la stagione consiglio a questi di stare a riposo almeno un mese per poi riprendere l’attività. Per terminare consiglio a tutti un buon riposo “mentale” e di mantenersi in forma fisica.”